sabato 16 luglio 2016

ANGELICA A MODO MIO


L'Angelica è la famosa torta brioche delle Sorelle Simili, fatta e rifatta da tutti con mille farciture diverse, sempre ottima e golosissima. Io l'ho preparata a modo mio, ho cambiato qualcosa nell'impasto e soprattutto nella farcitura. Ho farcito l'Angelica con uva sultanina,
mandorle e Bacche di Goji, insomma un ripieno energetico e salutare, tutti prodotti ottimi che fanno solo bene alla salute e una fetta di questa brioche per colazione garantisce l'energia giusta per affrontare una giornata di lavoro o studio. Inoltre per essere sicura di ottenere una brioche soffice ho usato la Farina tipo 0 Manitoba del Molino Soncini, una farina forte adatta ad una lievitazione lunga.

Ricetta ANGELICA A MODO MIO


Ingredienti per l'impasto
500 g di Farina tipo 0 Manitoba del Molino Soncini       
75 g di zucchero
120 g di latte tiepido
100 g di margarina
75 g acqua
2 uova
1 panetto di lievito di birra
1 pizzico di sale
Ingredienti per la farcitura
50 g di mandorle
50 g di uvetta sultanina
50 g di Bacche di Goji
50 g di scorza di arancio candita
1 noce di margarina
Ingredienti per la copertura
Zucchero a velo vanigliato
1 noce di margarina

Procedimento
Incominciare col fare il lievitino, amalgamiamo 100 g di Farina tipo 0 Manitoba 


con l'acqua tiepida dove avremmo sciolto il lievito e, lasciamo lievitare per un'ora.


Intanto, mettere in ammollo in acqua fredda l'uvetta sultanina e le Bacche di Goji 


e tritare grossolanamente le mandorle.
In una ciotola (io nella planetaria) mettere la Farina tipo 0 Manitoba


fare la fontana, mettere al centro il latte tiepido, le uova,lo zucchero, il sale e il burro ammorbidito, impastare battendo la pasta fino a quando si staccherà dalle pareti della ciotola. 


A questo punto unire il lievitino che avrà più che raddoppiato il suo volume 



e continuare a battere l'impasto fino ad amalgamarli totalmente, quindi lasciare lievitare l'impasto almeno per due ore.
Trascorso il tempo l'impasto avrà raddoppiato il suo volume 


rovesciarlo sulla spianatoia e stenderlo senza lavorarlo formando un rettangolo con uno spessore di 3 mm. 


Spennellare la sfoglia con la noce di burro sciolta, cospargere con le mandorle tritare, le scorzette di arancio candite, l'uvetta sultanina e le Bacche di Goji ben strizzate e asciugate. 


Arrotolare dal lato più lungo, passiamo il rotolo su un foglio di carta da forno, 


quindi tagliare il rotolo a metà per il lungo con un coltello ben affilato, 


separare delicatamente e intrecciarli facendo in modo che la parte tagliata rimanga all'esterno, 


chiudere la ciambella e trasferiamo il tutto nella teglia da forno. 


Spennellare la ciambella con il burro fuso e lasciare lievitare ancora per due ore. L'impasto raddoppierà il suo volume, 


infornare a 200° nella parte centrale del forno per 30 minuti. 


Trascorso il tempo sfornare, lasciare raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo vanigliato.


















Grazie alla Farina tipo 0 Manitoba del Molino Soncini per la sua sofficità

















e grazie alle Bacche di Goji per la sua salubrità