domenica 20 dicembre 2015

CASSATA SICILIANA


La Cassata siciliana merita il posto d'onore nella pasticceria siciliana e non solo,
infatti anche noi a Napoli nelle feste natalizie usiamo portare a tavola le specialità siciliane, in genere queste delizie le usiamo comprare in una pasticceria vicino al porto che si fa arrivare queste prelibatezze ogni giorno direttamente dalla Sicilia.
Quest'anno, però, ho deciso di prepararla in casa, sapevo che non era facilissima da fare, ma io sono testarda e, dopo aver fatto un pò di ricerche nel web,ci ho provato.
Risultato finale: sono rimasta più che soddisfatta. Buonissima e anche esteticamente abbastanza bella, in fondo è la prima volta che la preparo. Consiglio di armarsi di pazienza e provare a farla è davvero buonissima ed è una grande soddisfazione dire "l'ho fatta io".
Questa ricetta è per uno stampo da 26 cm. 

Ricetta CASSATA SICILIANA



Ingredienti per il Pan di Spagna
6 uova
200 g di zucchero
100 g di farina 00 
100 g di fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
vaniglia 
Ingredienti per la Crema di ricotta
750 g di ricotta di pecora
250 g di Zucchero Zefiro dell'Eridania
essenza di vaniglia 
150 g di gocce di cioccolata fondente
arancia candita
Ingredienti per la Bagna
200 ml di acqua 
70 g di zucchero 
1 tazzina di amaretto o rhum o maraschino
1 buccia di limone non trattato
Ingredienti per la Copertura
300 g di zucchero a velo
acqua q.b.
essenza di vaniglia
100 g di marzapane
colorante alimentare verde
cedro candito
arancia candita
ciliege e frutta candita

Procedimento

Consiglio di iniziare la preparazione della cassata siciliana il giorno prima preparando il Pan di Spagna.

Montare le uova con lo zucchero con le fruste elettriche fin quando non diventano spumosi, aggiungere poi la farina e il lievito setacciati insieme.
Versare l’impasto in una teglia imburrata e infarinata e cuocere il pan di spagna in forno già caldo a 180° per 30 minuti.
Una volta cotto, lasciarlo intiepidire, toglierlo dallo stampo e farlo raffreddare su una gratella.

Il giorno successivo, lavorare la ricotta in una ciotola con lo Zucchero Zefiro,


l’essenza di vaniglia,le gocce di cioccolata e,se piace,anche l’arancia candita tagliata a dadini, 



mescolare e porre la crema di ricotta in frigo coperta con della pellicola trasparente.
Impastare, con i guanti monouso,il marzapane con il colorante verde (si può anche comprarlo già pronto) e, lo stendiamo in una sfoglia di circa 6 cm. con uno spessore di 1/2 cm.

Dividere il Pan di Spagna in tre dischi.


Coprire lo stampo per la cassata,il classico stampo dai bordi svasati, io ho usato il Contenitore Bavarese della Poloplast, con la pellicola trasparente e foderare il fondo con il primo disco, 



con il secondo facciamo delle strisce e foderiamo il bordo mettiamo la parte chiara del Pan di Spagna verso il basso.



Ora prepariamo la bagna sciogliendo nell'acqua lo zucchero e aggiungendo il liquore che si preferisce, quindi bagnare tutto il dolce.Riempire ora lo stampo con la crema di ricotta livellare con una spatola, 



chiudere la cassata coprendo la base con l'ultimo disco di pan di Spagna e bagnare.



Coprire con la pellicola e mettere in frigo per almeno tre ore con un peso sopra.


Quando la cassata sarà ben compatta, capovolgerla su di un piatto da portata,foderare il bordo con la sfoglia di marzapane preparata(meglio se un pò più alta del bordo così la glassa non fuoriesce), se trovate difficoltà nell'applicare il marzapane spennellare il bordo della cassata con un pò di marmellata.



Preparare la glassa di zucchero sciogliendo la zucchero a velo con acqua calda, attenzione ad aggiungere un cucchiaino alla volta, per non farla risultare troppo liquida. Versate la glassa direttamente sulla cassata, se necessario stenderla con una spatola.
A questo punto non bisogna fare altro che decorare a piacere con la frutta candita; per togliere eventuali tracce di zucchero dal marzapane basterà spennellarlo con acqua.


Rimettere in frigo e, preferibilmente mangiare il giorno dopo.
Grazie anche alla solubilità dello Zucchero Zefiro



Quest'altra l'ho fatta qualche giorno dopo per un' amica